Itinerari consigliati

  • Home
  • Itinerari consigliati

Nave dei Cavoli

Il sito

Nella zona dei Variglioni dei Cavoli in bassa profondità una fitta prateria di posidonia si alterna a massi dai quali si eleva un rilievo dal profilo che assomiglia alla prua di una nave.

È il risultato del'erosione in ambiente aereo sul granito. Il sito degrada rapidamente in un paesaggio molto vario di grandi massi e di blocchi di frana. Sono possibili numerosi percorsi sia in bassa profondità- che fino a raggiungere i 40 m.

I valori

In un ambiente molto luminoso le rocce sono coperte da un fitto feltro di alghe del genere Cystoseira: su di esso brucano salpe e cercano cibo triglie, donzelle, tordi, sciarrani e altri piccoli pesci.Sulle rocce si possono incontrare colonie di madrepore (Cladocora caespitosa) di grandi dimensioni.

Con il crescere della profondità- e nelle zone meno esposte le alghe lasciano il posto ad ambienti dove prevalgono gli invertebrati: spugne, margherite di mare, briozoi, eunicelle e paramuricee.

Osservando con attenzione si può- notare un alcionario parassita (Alcyonium coralloides) che ricopre lo scheletro di gorgonie morte, ma a volte soffoca esemplari vivi.

Dovunque si osservano grandi cernie e saraghi. Negli anfratti fitti sciami di corvine a volte ospitano anche qualche cernia rossa (Mycteroperca rubra)

Tipologia: Sub

Brevetto:

Profondità massima:

Provincia: CA

Le nostre foto

Alcune foto dalla nostra galleria realizzate da fotografi professionisti